Cosa verificare prima di comprare casa

Featured
Nell’attuale periodo di crisi in cui ci troviamo, trovare una bella casa in vendita ad un buon prezzo non è sempre un’impresa facile.
Specie per le giovani coppie, comprare una casa può rappresentare una spesa davvero difficile da sostenere.
Ma poi arriva quell’occasione che permette l’acquisto senza spendere un occhio della testa, un vero e proprio affare, sia in termini di prezzo che di metratura e posizione.
Dov’è la fregatura? Non è detto che ci sia, ma al fine di evitare spiacevoli sorprese, fatevi assistere da un ottimo professionista e seguite i consigli che elencherò di seguito.

 



Quando scegliere casa?
Quando piove. Si avete capito bene! Durante il periodo delle piogge potrete scoprire con certezza se ci sono infiltrazioni d’acqua, problematica che viene spesso mascherata d’estate tinteggiando tempestivamente gli ambienti.

Il sopralluogo iniziale.
Già da una prima indagine visiva sarà possibile scoprire se l’immobile necessiterà di una ristrutturazione successiva e quanto il tutto inciderà sul budget iniziale.
Oltre alle già menzionate infiltrazioni bisognerà prestare particolare attenzione allo stato delle pavimentazioni, delle finiture interne ed esterne, degli impianti e degli infissi; inoltre sarà importante escludere eventuali danni strutturali e valutare attentamente l’attuale distribuzione degli spazi.

Guardatevi intorno
Non rimanete incantati a vedere il castello, ma date importanza anche al paesaggio che lo circonda: che ve ne fate di una casa bella se poi in quel quartiere non ci sono servizi o negozi e diventerebbe un’avventura raggiungere le zone limitrofe con i mezzi o addirittura con la vostra auto?
Inoltre cercate di capire come sono i vostri futuri vicini (e sceglieteveli bene!), non ci pensate, ma in effetti passerete più tempo con loro che con i vostri amici o parenti!

L’analisi della documentazione necessaria ed utile alla stipula dell’atto.
Se arrivate a questo step è perchè pensate di aver trovato finalmente la casa dei vostri sogni, ma non è ancora finita!
Per prima cosa verificate i titoli di provenienza e nel caso si tratti di donazione state molto attenti, perchè c’è il rischio che una persona esclusa da quella donazione possa avanzare pretese sull’immobile che stai comprando reclamando la restituzione del bene!
Successivamente effetuate un’ispezione ipotecaria: se esiste un’ipoteca volontaria non preoccupatevi, ma fate in modo che l’attuale proprietario la estingua prima del rogito; se invece parliamo di ipoteca legale o giudiziale la cosa si fa più complessa ed il consiglio sarà sempre e comunque lo stesso: affidatevi all’assistenza di un professionista con gli attributi!
Infine fate un ultimo sforzo e verificate la seguente documentazione:
– il titolo urbanistico attraverso il quale è stata legittimata l’unità immobiliare;
– l’allineamento tra situazione urbanistica, catastale e stato dei luoghi;
– la correttezza e corrispondenza fra i dati anagrafici ed identificativi dell’immobile indicati nella documentazione catastale e quanto indicato nei titoli di proprietà;
– il certificato di agibilità;
– l’attestato di prestazione energetica.

Se tutti questi passaggi verranno superati con successo, potrete finalmente dire: COMPRIAMOLA!!